fbpx
  • Menu
  • Menu

4 cose che l’Unione Europa ha fatto, migliorando le tue vacanze

Ormai l’estate è un dolce ricordo, e la maggior parte di noi è di nuovo a pieno regime nel proprio lavoro, sognando già le feste di Natale. Molti probabilmente sono tornati da poco dal proprio soggiorno estivo, magari un bel viaggio al mare in Spagna o in Grecia, oppure una bella visita di qualche città europea. Il 99% di chi ha prenotato la propria vacanza, lo ha fatto dando per scontato le tante possibilità, libertà e vantaggi che l’Unione europea ha dato loro nel fare questo piccolissimo gesto. Vediamo nel dettaglio 4 cose che l’Unione europea ha realizzato, migliorando in questo modo le nostre vacanze:

Direttive sulla concorrenza

Cominciamo dall’aspetto economico: oggi possiamo comprare un biglietto aereo con tariffe concorrenziali e così milioni di europei possono viaggiare per lavoro, studio o turismo. Questo grazie alle direttive dell’Unione europea sulla concorrenza; l’aviazione commerciale è il settore che ha ottenuto i risultati più evidenti dall’applicazione di queste. Vantaggi per gli operatori, i lavoratori e per i viaggiatori.

Libera circolazione dei cittadini

È evidente che ciò è possibile solo grazie alla libera circolazione dei cittadini europei che permette alle persone di muoversi liberamente da un paese all’altro senza dover esibire visti o passaporti. Come cittadini europei possiamo viaggiare nei 26 paesi che applicano l’accordo di Schengen. Niente più frontiere.

Interrail

L’Interrail è un esempio positivo di quel che abbiamo detto fino ad adesso: con un unico biglietto ferroviario i residenti europei hanno la possibilità di viaggiare attraverso 30 Paesi europei. Un programma che è reso possibile grazie alla collaborazione di 37 compagnie ferroviarie europee e grazie all’Unione europea.

Roaming abolito

Una volta che siete all’estero però dovete parlare con i vostri cari che sono rimasti qui. Pensate ai vostri figli e immaginate di non poter comunicare tranquillamente telefonicamente con loro. Beh, fino al 15 giugno 2017 poteva costarvi anche molto caro. Adesso chiamare, mandare sms e navigare in un paese dell’Unione europea costa quanto stabilito dal contratto del vostro operatore nazionale. Il roaming è stato abolito definitivamente perché era un ostacolo per tutti coloro che per un motivo o per l’altro viaggiano in Europa.

 

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: