fbpx
  • Menu
  • Menu

Bannato a vita dagli USA: ha dichiarato per errore di essere un terrorista

Un uomo scozzese è stato inserito nella lista nera delle persone non gradite negli USA, dopo aver dichiarato per errore di essere un terrorista in un modulo online.

John Stevenson e sua moglie, Marion, una coppia anziana di Inverclyde, in Scozia, avrebbero dovuto trascorrere le loro vacanze natalizie a New York, ma hanno finito per perdere sia i loro biglietti aerei che l’anticipo versato per l’albergo. Nonostante i diversi tentativi dell’uomo di convincere i funzionari degli Stati Uniti che aveva semplicemente commesso un banale errore di compilazione, il
divieto non è stato annullato, e così la coppia non può neppure rimandare il viaggio al futuro.

L’accaduto ha acceso nuovamente le discussioni sui questionari a cui è sottoposto chi entra negli USA: che utilità reale ha chiedere se una persona ha intenzione di compiere atti terroristici dopo l’ingresso nel paese? Davvero qualcuno pensa che una persona che ha intenzione di uccidere della gente si faccia problemi a dichiarare il falso su un modulo? Insomma, c’è chi pensa che questo tipo di domande così dirette non servano assolutamente a nulla contro chi ha intenzione di compiere veri crimini, ed abbiano il solo effetto di creare confusione e complicare la vita alle persone oneste.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: