fbpx
  • Menu
  • Menu

Parigi: la capitale degli innamorati

Parigi è meglio nota come la città delle luci, perché di notte grazie a tutti i suoi monumenti, strade e case illuminate, brilla come una stella. Proprio questa sua particolarità la rende la città meta degli innamorati di tutto il mondo che si ritrovano a passeggiare lungo la Senna per poi fermarsi ad ammirare la Tour Eiffel. Se stai pianificando un viaggio a Parigi questi sono i posti che dovrai assolutamente visitare.

Monmartre

28523239135_ac829f689c_b.jpg

Nel 1800 Montmartre era il quartiere maledetto dove si recavano gli artisti squattrinati in cerca di fortuna e i borghesi annoiati con il pallino delle prostitute e del Moulin Rouge. Un quartiere irriverente, una città nella città, la collina che ha visto scorrere le vite di Picasso, Van Gogh e Modigliani. Oggi Montmartre non è più il quartiere irriverente di Parigi, piuttosto una “trappola per turisti” che non si può fare a meno di visitare. E anche se i grandi artisti non ci sono più e la folla di turisti rende difficile anche muoversi, Montmartre possiede ancora un fascino particolare tutto da vivere.

Il Louvre

louvre-museum-AFP-k2sH--835x437@IlSole24Ore-Web.jpg

 

Nel Louvre c’è di tutto e non è possibile ammirare centinaia di capolavori in una sola giornata: se non riuscite a pianificare una visita di più giorni, il nostro suggerimento è di scegliere in anticipo quali opere vedere. Potrebbe essere una buona idea cominciare la vostra visita proprio dalla Gioconda, perché una volta che vi sarete tolti questo pensiero ossessivo, sarete più aperti a tutte le altre opere, che meritano la vostra attenzione, eccome se la meritano.

La Torre Eiffel

il-cielo-tramonta-dietro-la-torre-eiffel.jpg

 

La Torre Eiffel, costituita da ben 18.038 pezzi di metallo, è stata ultimata il 31 marzo 1889 e doveva essere smantellata dopo soli due anni, invece eccola ancora lì, fiera ed orgogliosa, nonostante tutte le pesanti umiliazioni che ha subito. Con i suoi 6 milioni di visitatori l’anno, è il monumento più frequentato del mondo. Una visita con foto sotto la Torre è un obbligo per chiunque visiti Parigi, così come attendere l’illuminazione notturna e il gioco di luci che puntualmente parte i primi 10 minuti di ogni ora.

Quartiere Latino

Quartiere-Latino-di-Notte.jpg

 

Nel Quartiere Latino l’atmosfera è spiccatamente francese, ma molto “effervescente” grazie ai locali e ai cafè, aperti giorno e notte in ogni periodo dell’anno, straripanti di professori e studenti che, usciti dalle sobrie mura della Sorbona e delle altre istituzioni culturali, cercano distrazione e qualche momento di relax.

La Cattedrale di Notre-Dame

Notre-Dame.jpg

Notre-Dame de Paris, l’elegante e misteriosa signora di Parigi, è il centro della Francia, perché proprio davanti al suo ingresso si trova il Punto Zero, ovvero la stella di bronzo dalla quale vengono calcolate tutte le distanze stradali della Francia. Voluta dal Vescovo Sully per invidia nei confronti della Cattedrale di St. Denis, venne costruita rastrellando soldi in tutta Parigi.

La Reggia di Versailles

Tour-Reggia-di-Versailles-camera-della-regina.jpg

 

Gioiello nato dai capricci di Luigi XIV, soprannominato il Re Sole, la Reggia di Versailles, diventa il riflesso della potenza e delle vittorie di questo sovrano che governò per 72 anni. Le stanze hanno il nome dei pianeti e gravitano attorno all’importante Salone di Apollo (Dio del Sole), non a caso la sua Camera del trono.

Il Mercato delle pulci di St-Ouen

france-paris-saint-ouen-flea-market.jpg

Se siete appassionati di antiquariato o vi piace anche solo ficcare il naso tra pezze colorate, oggetti singolari, libri antichi e attuali, non potete saltare la tappa del mercato delle pulci di St-Ouen che si svolge tre giorni alla settimana: sabato, domenica e lunedì.  C’è veramente di tutto: dalla patacca cinese con aria retrò a pezzi d’autore e di valore riconoscibili solo dagli esperti e capitati lì per caso. Il mercato di Saint Ouen è diviso per sezioni, libri, mobili, vestiti, dischi e se proprio non troverete nulla che vi piace, cosa assai difficile, sarete comunque contenti di aver respirato un po’ d’aria squisitamente caotica, festosa e francese.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: